I film in uscita dal 15 e dal 17 luglio 2009

summer-bishil-in-una-scena-di-towelheadricky-gervais-tea-leoni-e-greg-kinnear-in-una-sequenza-del-film-ghost-town

cinepresa di cinemavistodame Nei cinema dal 15 e dal 17 luglio 2009

Nei cinema dal 15 luglio 2009

  • Harry Potter e il principe mezzosangue – di David Yates

Nei Cinema dal 17 luglio 2009

  • Ghost Town – di David Koepp
  • Niente velo per Jasira – di Alan Ball
  • Notorius –  di George Tillman Jr.
  • Obsessed –  di Steve Shill

15 luglio 2009

Hanry Potter e il principe mezzosangue

Harry Potter e il principe mezzosangue

titolo originale: Harry Potter and the Half-Blood Prince
nazione: Gran Bretagna / U.S.A.
anno: 2008
regia: David Yates
genere: Azione
durata: 153 min.
distribuzione: Warner Bros
cast: D. Radcliffe (Harry Potter) • E. Watson (Hermione Granger) • R. Grint (Ron Weasley) • T. Felton (Draco Malfoy) • A. Rickman (Severus Snape) • H. McCrory (Narcissa Malfoy) • M. Gambon (Albus Dumbledore)
sceneggiatura: S. Kloves
musiche: N. Hooper
fotografia: B. Delbonnel
montaggio: M. Day

Trama: Harry Potter mentre sta frequentando il sesto anno della scuola di Magia di Hogwarts trova un vecchio libro di ‘Pozioni’, appartenente ad un misterioso Principe Mezzosangue, che lo aiuterà a capire qualcosa in più sul passato oscuro di Lord Voldemort.

Per gli amanti del genere questo film è sicuramente da non predere. L’uscita è stata anticipata al 15 luglio per essere sincrona in tutto il mondo. Roba da maghetti, no ;)

Siamo ormai, a dire la verità, niente di meno che al sesto episodio di questa saga. Il maghetto è ormai un magone. Scusate la battuta, ma è  che il ragazzo è un po’ troppo cresciutello, eh.

Detto questo, io non sono un amante degli scritti della Rowling, ma devo ammettere che, sul piano della trasposizione dal letterario al filmico, gli stessi si prestano assai.

E non devo essere certo io a riconoscere che questa saga (a parte una defaiance nel secondo episodio), sia stata un successo planetario.

In America il pubblico lo ha addirittura adorato.

Io ancora non capisco lo scarso interesse del Vaticano per il maghetto, ma è che sono fatto così.

Diciamo però che meno di quattro star proprio non riesco a darle.

17 luglio 2009

Ghost Town

Ghost Town

titolo originale: Ghost Town
nazione: U.S.A.
anno: 2008
regia: David Koepp
genere: Commedia
durata: 102 min.
distribuzione: Universal Pictures
cast: G. Kinnear (Frank Herlihy) • R. Gervais (Bertram Pincus D.D.S.) • T. Leoni (Gwen) • K. Wiig (chirurgo)
sceneggiatura: D. Koepp • J. Kamps
musiche: G. Zanelli
fotografia: F. Murphy
montaggio: S. Seig

Trama: Durante una colonscopia, un dentista perde conoscenza e viene dichiarato morto per circa sette minuti. Dopo questa spaventosa esperienza scopre di avere la capacità di parlare con gli spiriti dei defunti …

Vi starete chiedendo lo so chi è questo David Koepp.

Ve lo dico io chi è.

E’ un bravo sceneggiatore, oltre che un discreto regista.

Qualche titolo come sceneggiatore?

Angeli e Demoni (2009), Secret Window (2004) di cui è stato anche il regista, Spiderman (2002).

Cioè insomma uno bravo.

Pare che questo film sia notevole.

Noi lo consigliamo, considerato il periodo. Cioè, voglio dire, siamo a metà luglio passata.

Meglio di questo film è difficile, accontentatevi su.

3 stars virgola cinque.

Niente velo per Jasira

Niente velo per Jasira

titolo originale: Towelhead
nazione: U.S.A.
anno: 2007
regia: Alan Ball
genere: Drammatico
durata: 124 min.
distribuzione: Videa CDE
cast: A. Eckhart (Travis Vuoso) • T. Collette (Melina Hines) • M. Bello (Gail Monahan) • P. Macdissi (Rifat Maroun) • S. Bishil (Jasira Maroun) • C. Messina (Barry)
sceneggiatura: A. Ball
musiche: T. Newman
fotografia: N. Sigel
montaggio: A. Keir

Trama: Tratto dal libro di Alicia Erian, è la storia di Jasira, un’ adolescente di 13 anni, che viene sballottata tra una madre irlandese, che vive nello stato di New York e un padre libanese, che abita a Houston, Texas: sullo sfondo la Guerra del Golfo. È sola. Vuole amore. Fa qualunque dolorosa concessione pur di ottenere qualcosa che gli assomigli. Scopre la scorciatoia del sesso, la facile seduzione degli uomini adulti. Una storia di universale solitudine, inadeguatezza e cicatrici del vivere.

Nel settembre 2007 questa pellicola è stata presentata al Toronto International Film Festival con il titolo Nothing Is Private, in seguito il titolo è stato cambiato in Towelhead, che tradotto letteralmente significa “testa di turbante“. Che è sempre meglio di testa di caxxo, no?

Il termine viene usato, negli Stati Uniti, in modo dispregiativo, per indicare le persone di origine mediorientale.

Alcuni gruppi anti-diffamazione mediorientale hanno manifestato il loro disaccordo per il titolo del film, ritenuto forviante, visto che l’obiettivo principale della storia è di natura sessuale, e non incentrato sul tema del razzismo.

Io dico che questo film possa valere la pena di vederlo e gli accredito 3 stars virgola cinque.

Notorius

Notorious

titolo originale: Notorious
nazione: U.S.A.
anno: 2009
regia: George Tillman Jr.
genere: Biografico / Drammatico / Musicale
durata: 123 min.
distribuzione: 20th Century Fox
cast: J. Woolard (Christopher ‘Biggie’ Wallace) • A. Bassett (Voletta Wallace) • D. Luke (Sean ‘Puffy’ Combs) • A. Mackie (Tupac Shakur)
sceneggiatura: R. Rock Bythewood • C. Hodari Coker
musiche: D. Elfman
fotografia: M. Grady
montaggio: D. Westervelt

Trama: La vita e la morte di Notorious B.I.G. (all’anagrafe Christopher Wallace), nato a Brooklin, diventato rapper di fama internazionale.

Questo è il classico film che va di moda ultimamente.

Il genere biopic di personaggi davvero significativi nel panorama musicale internazionale.

Quando sono fatti bene, e penso a “Control” di Anton Corbijn, quello sulla storia dei mitici Joy Division, o anche all’italianissimo “Piano Solo di Riccardo Milani, non sono male.

Guarda caso, in genere, in questi film, le fini sono tragiche.

Chissà se qualche sciacallo del cinema non abbia deciso di fare uscire questa pellicola, guarda caso, proprio a ridosso della morte di Michael Jackson.

Ed è notizia di ieri che la sua casa discografica ha annunciato un record di vendite. Pare che quelle di tutti gli album dell’artista, infatti, dal giorno della sua morte, siano state dieci volte superiori a quelle degli ultimi nove anni.

Hai detto cotica !!!

Chissà se non è già in cantiere un biopic su di lui. Immagino di si in genere ci vedo lungo su queste cose. nell’alatro mio blog avevo auspicato un film su Gomorra nel 2006, figurarsi …

3 stars.

Obsessed

Obsessed

titolo originale: Obsessed
nazione: U.S.A.
anno: 2009
regia: Steve Shill
genere: Drammatico
durata: 108 min.
distribuzione: Sony Pictures
cast: I. Elba (Derek) • B. Knowles (Sharon) • A. Larter (Lisa) • J. O’Connell (Ben)
sceneggiatura: D. Loughery
musiche: J. Dooley
fotografia: K. Seng
montaggio: P. Seydor

Trama: Un manager di successo, sposato con una splendida donna, vede la propria esistenza trasformarsi in un incubo quando lui diventa oggetto dell’ossessione di una stagista.

Lo stalking è un tema molto all’attenzione delle cronache recentemente anche dalle nostre parti.

Se ne tratta, ahimé, però, quasi sempre dal punto di vista femminile, che storicamente vede sempre l’uomo come il molestatore.

In questo film, ma tu guarda, la situazione, invece, si capovolge.

Ma non è che una cosa del genere sia nuova al cinema no, anzi, “Attrazione fatale” spopolò all’epoca.

Pare che questo film, peraltro, lo ricordi molto, e non tanto per il contesto (in quel film il protagonista maschile era di fatto inizialmente interessato all’avventura), quanto, pare, per il diverso spessore che sia la sceneggiatura, che l’interpretazione di Glenn Close avevano attribuito alla protagonista di quella pellicola.

Tutto ciò, pare, che in questa pellicola, non accada, e Ali Harter non abbia, conseguentemente, alcuna possibilità di dimostrarci se avrebbe potuto fare di meglio.

Del resto lo dico sempre che tutto parte da una sceneggiatura ben scritta.

Neppure sul piano della sensualità, vi annuncio, le pellicole sono paragonabili, anche in questo ambito c’è, infatti, un freno a mano tirato.

Insomma na’ vera schifezza … come si direbbe dalle mie parti, direi pertanto 2 stars e sono buono.

Alla prossima.

A cura di cinemavistodame.com.

Annunci

~ di Roberto Bernabo' su 16 luglio 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: