I film in uscita dal 29 maggio 2009

beyonce-knowles-e-etta-james-nel-film-cadillac-records-98370noomi-rapace-e-michael-nyqvist-in-una-scena-del-film-uomini-che-odiano-le-donne-117665ursula-werner-e-horst-westphal-in-una-scena-del-film-settimo-cielo-114574

cinepresa di cinemavistodame Nei Cinema dal 29 Maggio 2009

  • Uomini che odiano le donne – di Niels Arden Oplev
  • Settimo cielo – di Andreas Dresen
  • Cadillac Records – di Darnell Martin
  • Coco Avant Chanel – L’amore prima del mito – di Anne Fontaine
  • Battaglia per la Terra 3D – di Aristomenis Tsirbas
  • The Uninvited – di Charles Guard • Thomas Guard
  • Corsa a Witch Mountain – di Andy Fickman

unomini che odiano le donne_big

Uomini che odiano le donne

titolo originale: Män Som Hatar Kvinnor
nazione: Svezia / Danimarca
anno: 2009
regia: Niels Arden Oplev
genere: Thriller
durata: 152 min.
distribuzione: Bim Distribuzione
cast: N. Rapace (Lisbeth Salander) • M. Nyqvist (Mikael Blomkvist) • S. Taube (Henrik Vanger) • P. Andersson (Nils Bjurman) • P. Haber (Martin Vanger) • M. Lagercrantz (Cecilia Vanger)
sceneggiatura: N. Arcel • R. Heisterberg
fotografia: E. Kress
montaggio: A. Osterud

Trama: Quarant’anni fa Harriet Vanger è scomparsa da una riunione di famiglia sull’isola abitata dal potente clan dei Vanger, che ne sono anche i proprietari. Benché il corpo della donna non sia mai stato ritrovato, lo zio è convinto che sia stata assassinata e che l’autore del delitto sia un membro della sua stessa famiglia. Per indagare sull’accaduto, lo zio assume il giornalista economico in crisi Mikael Blomkvist e la hacker tatuata e senza scrupoli Lisbeth Salander. Dopo aver collegato la scomparsa di Harriet a una serie di grotteschi delitti avvenuti una quarantina d’anni prima, i due investigatori cominciano a dipanare una storia familiare oscura e sconvolgente. Ma i Vanger sono gelosi dei loro segreti, e Blomkvist e Salander scopriranno di cosa siano capaci per difenderli.

Niels Arden Oplev vincitore dell’orso d’oro di Berlino nel 2006 per Drømmen (2006) dirige, dopo forti pressioni ed insistenze della produzione, il primo di una trilogia di pellicole che sono una complessa opera di trasposizione dal letterario al filmico dalle opere di Stieg Larsson, un giornaliste che si cimentò anche come scrittore, che scomparve nel 2004, a soli cinquant’anni, mentre si stava cimentando con la scrittura del suo quarto romanzo.

Pensato come una composizione di dieci libri, la “trilogia Millennium” è stata pubblicata postuma ed è diventata un vero e proprio caso editoriale (tipo “Il codice da Vinci”), rimanendo per mesi nelle classifiche di vendita non solo europee.

Come molti bestseller non ci troviamo anche in questo caso di fronte ad altissima letteratura, ma ad un livello (questo lo dobbiamo pubblicamente ammettere) assai superiore a quello espresso dalle opere di Dan Brown (et similia), in cui emerge, decisa, tutta l’onestà dell’autore, nel non limitarsi alla costruzione di un semplice e mero thriller.

Esiste anche un lato dark che indaga con tale lente problematiche sociali di un certo spesspore.

Il problema di fondo è probabilmente la coniugazione tra l’autore dei romanzi ed un regista che non li ama, ma che è costretto a girare comunque un film.

Io credo che il risultato complessivamente meriti, ma dovete essere conoscistori dell’opera di Stieg Larsson ed estimatori di un regista come Niels Arden Oplev che, ontologicamente, è riconducile alla corrente di registi dark svevo-danese, che ha in Lars von Trier il suo più alto esponente.

Quattro stars.

Settimo Cielo_big

Settimo cielo

titolo originale: Wolke 9
nazione: Germania
anno: 2008
regia: Andreas Dresen
genere: Drammatico
durata: 98 min.
distribuzione: n.d.
cast: U. Werner (Inge) • H. Rehberg (Werner) • H. Westphal (Karl) • S. Kühnert (Petra)
sceneggiatura: A. Dresen • J. Hauschild • L. Stieler • C. Ziesche
fotografia: M. Hammon
montaggio: J. Hauschild

Trama: Inge è una donna che ha superato i sessant’anni, sposata da trenta con Werner e innamorata di suo marito. Ma quando incontra il settantaseienne Karl è subito passione. Ritrova gli sguardi d’intesa, l’attrazione fisica, una vita sessuale ormai dimenticata. Improvvisamente si sente di nuovo giovane …

Lo volevate il film romantico della settimana? Quei bei film d’amore che vincono premi a festival con il Trieste Film Festival (e come mai no, vista l’età degli esistenti protagonisti), o il German Film Awards, o, anche, l’European Film Awards?

Ma stai a vedere che questa Ursula Werner è davvero brava, e che questo film, zitto zitto, sia davvero il film da vedere della settimana?

Noi gli accreditiamo tre stars virgola cinque.

Cadilliac Records_big

Cadillac Records

titolo originale: Cadillac Records
nazione: U.S.A.
anno: 2008
regia: Darnell Martin
genere: Drammatico
durata: 109 min.
distribuzione: Sony Pictures
cast: E. Chriqui (Revetta Chess) • J. Wright (Muddy Waters) • A. Brody (Leonard Chess) • B. Knowles (Etta James) • G. Union (Geneva Wade) • M. Def (Chuck Berry) • N. Reedus (Chess)
sceneggiatura: D. Martin
musiche: T. Blanchard
fotografia: A. Michos
montaggio: P. Frank

Trama: “Cadillac Records” racconta la nascita, la caduta e le influenze sulla musica R&B della casa discografica Chess Records.

Scritto e diretto da Darnell Martin questo biopic parla, in chiave direi drammatica, della caduta e delle influenze che sulla musica Rhythm and Blues ebbe la celeberrima casa discografica Chess Records.

Un film musicale, un genere che sta piano piano riprendendosi.

la pellicola ha ricevuto una nomination ai Golden Globe, ed ha avuto una buona distribuzione nei festival, vincendo, anche, diversi premi.

Non credo, attenzione, che stiamo di fronte ad un opera d’arte.

Direi, però, che tre stars virgola cinque se le merita tutte. E, per chi ama il genere, meriti, anche, una segnalazione  come opera che segnalo come film di genere da vedere.

Coco Chanel l'amore prima del mito_big

Coco Avant Chanel – L’amore prima del mito

titolo originale: Coco Avant Chanel
nazione: Francia
anno: 2008
regia: Anne Fontaine
genere: Biografico
durata: 110 min.
distribuzione: Warner Bros
cast: A. Tautou (Gabrielle ‘Coco’ Chanel) • B. Poelvoorde (Étienne Balsan) • A. Nivola (Arthur ‘Boy’ Capel) • M. Gillain (Adrienne Chanel) • E. Devos (Emilienne d’Alençon)
sceneggiatura: A. Fontaine • C. Fontaine
musiche: A. Desplat
fotografia: C. Beaucarne

Trama: Una bambina francese, messa in un orfanotrofio con sua sorella, che aspetta invano ogni domenica che suo padre venga a riprenderla. Una cantante dalla voce troppo esile che affronta un pubblico di soldati ubriachi. Una sartina destinata a cucire degli orli nel retrobottega di un sarto di provincia. Un’aspirante cortigiana troppo magra, che trova rifugio dal suo protettore Etienne Balsan, in mezzo a una banda di festaioli. Un’innamorata che sa bene che non sarà ma la donna di nessuno, neanche di Boy Capel, l’uomo che l’amava. Una ribelle alla quale le convenzioni dell’epoca impediscono di respirare, e che si veste con le camicie dei suoi amanti. È la storia di Coco Chanel, che incarnò la donna moderna ancora prima di averla inventata.

Chi sia Coco Chanel lo sanno praticamente tutte le donne della terra.

Una sorta di mito della storia femminista. Un’icona quasi allegorica e metaforica della moda.

In questo secondo biopic della settimana, si rivelano molti dei retroscena che contribuirono a forgiare il carattere di una donna eclettica, che ha già ispirato pellicole cinematografiche, e che anticipò nei comportamenti e nella originalità, la donna moderna (che se poi qualcuno mi spiega che significa donna moderna sono disposto pure a pagare).

Ah si certo, direte voi, Audrey Tautou da Amelie a Coco … ma io dico che trattandosi di un personaggio francese, la cosa, anzi, dovrebbe funzionare.

Grazie Coco, non più di 3 stars, però eh.

Battaglia per la terra 3D

Battaglia per la Terra 3D

titolo originale: Battle for Terra
nazione: U.S.A.
anno: 2007
regia: Aristomenis Tsirbas
genere: Animazione
durata: n.d.
distribuzione: Mediafilm
sceneggiatura: E. Spiliotopoulos
musiche: A. Korzeniowski
fotografia: A. Tsirbas
montaggio: J. Gibson

Trama: Quando gli abitanti del bellissimo e pacifico pianeta Terra vengono attaccati dagli ultimi sopravvissuti della razza umana, lo scenario è fin da subito quello di una terribile battaglia per il controllo del pianeta. Ma l’improbabile amicizia tra una giovane ribelle Terriana ed un pilota umano ferito potrebbe dimostrare che la guerra non è la risposta …

Qui siamo invece al film di animazione della settimana che però, udite udite, ha vinto un award al nostrano Giffoni Film Festival, cosa che, intendiamoci, non necessariamente è sinonimo di garanzia, ma insomma sempre meglio che niente.

Direi che, quindi, questa pellicola scala qualche posto nella classifica dei film in uscita, con 3 stars.

Anche se il titolo non è quello pensato in origine, ed anche se lo stesso richiama uno dei film più brutti della storia del cinema … ma io quelli del marketing del cinema non li ho mai capiti, per cui fate vobis.

The Uninvited_big

The Uninvited

titolo originale: The Uninvited
nazione: U.S.A.
anno: 2009
regia: Charles Guard • Thomas Guard
genere: Drammatico / Horror / Thriller
durata: 87 min.
distribuzione: Universal Pictures
cast: E. Browning (Anna) • A. Kebbel (Alex) • D. Strathairn (Steven) • E. Banks (Rachael) • M. Massar (madre) • K. McNulty (sceriffo)
sceneggiatura: C. Rosenberg • D. Miro • C. Bernard
musiche: C. Young
fotografia: D. Landin
montaggio: J. Page • C. Wagner

Trama: Dopo un ricovero in un ospitale psichiatrico, Anna Rydell torna a casa da sua sorella Alex. Il suo ritorno sarà messo in pericolo dalla sua crudele matrigna, dal padre distante e dalla presenza di un fantasma in casa.

Vi starete chiedendo se questo film horror valga la pena di essere visto vero?

Io dico che ve lo potete tranquillamente perdere e magari recuperarlo su Sky in una sera di un grigio dicembre 2010.

2 stars virgola 5. Fidatevi.

Corsa a witch Mountain_big

Corsa a Witch Mountain

titolo originale: Race to Witch Mountain
nazione: U.S.A.
anno: 2009
regia: Andy Fickman
genere: Avventura / Fantascienza / Thriller
durata: 103 min.
distribuzione: Buena Vista International
cast: D. Johnson (Jack Bruno) • A. Robb (Sara) • A. Ludwig (Seth) • C. Gugino (Dr. Alex Friedman) • C. Hinds (Henry Burke) • T. Scott (Matheson) • G. Marshall (Dr. Donald Harlan)
sceneggiatura: M. Lopez • M. Bomback
musiche: T. Rabin
fotografia: G. Gardiner
montaggio:ì D. Rennie

Trama: Jack Bruno, insieme a un’astrofisica, dovrà proteggere una ragazza e un ragazzo con poteri paranormali dalle grinfie di un’organizzazione che intende usarli per i loro piani nefasti.

Questo è il classico film americano d’avventura – fantasy che io mi perdo in sala, anche con un certo qual compiacimento interiore.

Non è che si possano vedere tutti i film, e, tanto meno, quelli d’evasione concepiti per il pubblico americano … che non piacciono al pubblico americano … sarebbe veramente troppo.

Due stars.

cinepresa di cinemavistodame Annotazione a margine: “Ma secondo voi è un caso che i primi due film di questo post siano europei?” meditate gente meditate ;)

Alla prossima.

A cura di cinemavistodame.com

Annunci

~ di Roberto Bernabo' su 28 maggio 2009.

Una Risposta to “I film in uscita dal 29 maggio 2009”

  1. Questo weekend ho fatto filone dal cinema! ;) E visto che non mi attira particolarmente nessuno dei film… per scegliere quello da vedere il prossimo weekend non vedo l’ora di leggere il tuo prossimo post! :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: